POESIE ONLINE

Home » Poesie Online » Andrea Zorretta » Difficoltoso è riconoscer l'amore

Poesie online



Difficoltoso è riconoscer l'amore

Andrea Zorretta


Ricerca personalizzata





Difficoltoso è riconoscer l'amore - Andrea Zorretta



Difficoltoso è riconoscer l'amore.
Ma io quella sera più del tuo corpo
ho desiderato il tuo tempo.
Ho desiderato il tuo cuore.
E forse questo significa amare.
Voler aspettare.
Voler condividere.
Voler ricordare.
Perciò sognavo di averti vicina.
Di averti con me.
Per ogni mattina.
Quando la luce del giorno
ci avrebbe svegliati.
Accolti.
Abbracciati.
A far colazione.
Dopo una doccia veloce.
Chiederti: ti va di restare?
Possiamo andarcene a correre.
E dopo pranzare.
Magari se vuoi questa sera ti porto a ballare.
Nessun programma.
Nessuna promessa.
Soltanto una luce negli occhi
a indicarci la strada.
La stessa.
E mentre stai dormendo
penso che potrei abbracciarti.
E invece resto fermo
fermo ad osservarti.
Che vadano affanculo
tutte le paure della vita.
Mi perdo dentro ai tuoi respiri
e mi ripeto che ogni notte
passata accanto a te
vicino ai nostri sogni
dovrebbe per giustizia
essere infinita.



Difficoltoso è riconoscer l'amore

Andrea Zorretta



Torna all'elenco delle poesie online!





Poesia
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La poesia è l'arte di usare, per trasmettere un messaggio, combinatamente il significato semantico delle parole e il suono e il ritmo che queste imprimono alle frasi; la poesia ha quindi in sé alcune qualità della musica e riesce a trasmettere emozioni e stati d'animo in maniera più evocativa e potente di quanto faccia la prosa. Una poesia non ha un significato necessariamente e realmente compiuto come un brano di prosa, o, meglio, il significato è solo una parte della comunicazione che avviene quando si legge o si ascolta una poesia; l'altra parte non è verbale, ma emotiva. Poiché la lingua nella poesia ha questa doppia funzione di vettore sia di significato sia di suono, di contenuto sia informativo sia emotivo, la sintassi e l'ortografia possono subire variazioni (le cosiddette licenze poetiche) se questo è utile ai fini della comunicazione complessiva.

A questi due aspetti della poesia se ne aggiunge un terzo quando una poesia, invece che letta direttamente, viene ascoltata: con il proprio linguaggio del corpo ed il modo di leggere, il lettore interpreta il testo, aggiungendo una dimensione teatrale. Questo fenomeno, insieme alla parentela con la musica, viene sfruttato per esempio nei Lieder tedeschi, poesie sotto forma di canzone.

Queste strette commistioni fra significato e suono rendono estremamente difficile tradurre una poesia in lingue diverse dall'originale, perché il suono e il ritmo originali vanno irrimediabilmente persi e devono essere sostituiti da un adattamento nella nuova lingua, che in genere è solo un'approssimazione dell'originale.

« Solo la poesia ispira poesia »


Ricerca personalizzata






Vedi anche: